Archivi categoria: Notizie

Teatro giardino al …. Parco romantico di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin gli alberi si raccontano

GLI ALBERI SI RACCONTANO – VILLA PISANI BOLOGNESI SCALABRIN

TEATRO GIARDINO AL ….

Parco romantico di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin

GLI ALBERI SI RACCONTANO

 

Lo sai che gli alberi parlano? Si, parlano. E parlano anche a te, se avrai voglia di ascoltarli.

Dove?

Nel giardino romantico di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin, a Vescovana (PD). In questa oasi di pace e tranquillità il loro narrare diventa potente, allietato dal canto degli uccelli e dal ronzio degli insetti.

Di che cosa parlano?

Riferiscono scritti densi d’amore per la natura, rivelano segreti misteriosi quali, ad esempio, quello della bellezza piuttosto che quello della determinazione. Sapete perché, prima di prendere una decisione, bisogna fare 7 respiri? Sapreste dire qual è il suono di una mano sola? Loro ve lo spiegheranno in modo simpatico e divertente. Narrano però anche storie dolcissime, vibranti di intenso romanticismo come, sempre ad esempio, “la storia d’amore più bella mai raccontata”.

Parlano e basta?

Per consentirti una comprensione profonda e intuitiva della natura ti inviteranno a vivere vere e proprie esperienze sensoriali, curiose, suggestive e inaspettate.

Quanto parlano?

I racconti degli alberi sarebbero infiniti ma molte persone, dopo 3 ore, desiderano andare a mangiare.

Come devo vestirmi?

Vestiti comodi, adeguati alla stagione, scarpe tipo tennis e, eventualmente, una giacca per pioggia leggera (non si sa mai). A piacere spray anti zanzara e acqua per dissetarsi.

Una vera e propria passeggiata esperienziale condotta da Mirco Tugnoli, naturalista e operatore certificato di terapia forestale.

Programma

Due turni di gruppi di 20 persone: 6/9/2020 ore 09:30-12:30 – ore 15:00-18:00

Biglietto comprensivo di visita guidata alla villa: €15,00; gratuito per bambini sotto i 7 anni.

Prenotazioni e info: cell. 336.496470; info@villapisani.it

Guida certificata Forest Bathing: dott. Mirco Tugnoli www.mircotugnoli.com

Garantite le disposizioni governative di prevenzione.

L’evento sarà rinviato in caso di pioggia e qualora non si raggiungesse il numero di almeno 15 persone a gruppo.

Condividi:
Facebooktwitterlinkedinmail
CUORE MEDITERRANEO 2020

CUORE MEDITERRANEO

 “CUORE MEDITERRANEO” TORNA SULLE SPIAGGE PER RICORDARE CHE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA NON VA MAI IN VACANZA

 

Consorzio RICREA, insieme a Goletta Verde di Legambiente, promuove nei porti e sulle spiagge italiane la sostenibilità degli imballaggi in acciaio e l’importanza del riciclo. Terza tappa a Jesolo, in Veneto, una delle regioni più virtuose con una raccolta di 5,36 kg per abitante.

 

Jesolo, 13 luglio 2020 – Imparare a differenziare in modo corretto gli imballaggi in acciaio è importante e non va dimenticato: anche in vacanza, bisogna gettare nel contenitore giusto barattoli e scatolette, tappi corona e capsule affinché possano essere avviati al riciclo.

Per sensibilizzare bagnanti e diportisti informandoli sulle qualità e i valori degli imballaggi in acciaio, un metallo che viene riciclato all’infinito senza perdere le proprie intrinseche qualità, RICREA, il Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, insieme a Goletta Verde di Legambiente, torna sulle coste italiane con la campagna itinerante “Cuore Mediterraneo”.

 

L’inviata speciale, Alice, è protagonista di un viaggio alla scoperta delle abitudini degli italiani e mette alla prova le loro conoscenze sugli imballaggi in acciaio informandoli sull’importanza di una corretta raccolta differenziata.Sempre presenti nel pranzo portato da casa e nelle cambuse, barattoli e scatolette in acciaio sono una vera e propria cassaforte della natura, contenitori ideali per custodire le eccellenze alimentari mediterranee, come i prodotti ittici, il pomodoro e l’olio d’oliva.

 

Terza tappa della campagna è Jesolo, una delle più celebri mete turistiche del Veneto.

“Con 5,36 kg di imballaggi in acciaio per abitante raccolti nel 2019, il Veneto è tra le regioni più virtuose d’Italia – commenta Domenico Rinaldini, Presidente di RICREA -. Con un tasso di avvio al riciclo pari all’82,2% dell’immesso al consumo, superiore all’obiettivo dell’80% fissato per il 2030 dalla Direttiva Europea sull’Economia Circolare, il nostro Paese si conferma un’eccellenza, ma possiamo migliorare ancora. Per questo è fondamentale continuare a sensibilizzare i cittadini, anche in estate, sulle spiagge, per educarli a separare correttamente i contenitori in acciaio di uso quotidiano che, se raccolti correttamente e avviati a riciclo, possono tornare a nuova vita infinite volte”.

 

“Con oltre 6 milioni di presenze Jesolo è tra le destinazioni italiane più frequentate, – commenta Josca Ortolan di Gruppo Veritas, multiutility che fornisce servizi ambientali ai cittadini e alle imprese sul territorio veneto -, e per agevolare tutti realizziamo più tipi di raccolta differenziata. Abbiamo una raccolta di tipo stradale con i cassonetti, una raccolta di tipo domiciliare con un porta a porta spinto, per tutte le attività, i negozi e gli alberghi, e infine la nostra punta di diamante, la raccolta differenziata lungo l’arenile con contenitori dedicati per i bagnanti. Gli imballaggi in acciaio, raccolti insieme al vetro e alla plastica, vengono poi conferiti all’impianto di Eco-Ricicli del Gruppo Veritas, per essere separati e avviati al riciclo”.

 

“Jesolo ha anche delle aree molto importanti dal punto di vista naturalistico, come la Laguna del Mort alla foce della Piave, un piccolo gioiello rimasto intatto lungo una costa molto sfruttata – aggiunge Maurizio Billotto, vice presidente di Legambiente Veneto -. Purtroppo il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è presente in queste aree, e per questo come associazione organizziamo delle campagne di pulizia delle spiagge insieme a Veritas. Ma non è solo importante raccogliere il rifiuto. Il turista, chi si reca in spiaggia, in un’area di grande valore naturale, deve essere attento sin da quando parte da casa: la prima azione concreta è scegliere dei contenitori che possono essere riutilizzati o riciclati all’infinito come ad esempio i contenitori in acciaio, che hanno un impatto ambientale molto più basso di altri materiali”.

 

Grazie all’impegno dei Comuni e dei cittadini, nel 2019, in Italia, sono state riciclate 399.006 tonnellate di imballaggi in acciaio, pari al peso di circa 167 Atomium, il celebre monumento di Bruxelles.

 

Maggiori informazioni su Cuore Mediterraneo e le attività di Alice sulla pagina Facebook dedicata @CuoreMediterraneo.RICREA

 

Per ulteriori informazioni:

Paolo Steila                                                                  Roccandrea Iascone                                                                   

Ufficio stampa RICREA                                               Resp. Comunicazione e Relazioni Esterne RICREA                 

c/o Black & White Comunicazione                               Cell 349871554                          

Cell. 3385957266                                                           iascone@consorzioricrea.org                                     

p.steila@bwcomunicazione.it

 

Miriam Pagano

Cell. 3492373166

m.pagano@bwcomunicazione.it

Condividi:
Facebooktwitterlinkedinmail
sant'Antonio 13 giugno 2020

Domani, Vigilia della festa del Santo di Padova

Domani, Vigilia della festa del Santo

 

IL SANTO COMUNQUE TRA LA GENTE: SABATO 13 GIUGNO, UNA RELIQUIA MASSA CORPORIS, IN VOLO SUI LUOGHI COLPITI DAL COVID E SULLA CITTA’ DI PADOVA.

 

Per consentire a tutti di partecipare  comunque alla Festa del Santo, una lunghissima diretta televisiva su Rete Veneta, dalle ore 6 alle ore 22.30,  sui siti e sui social della Basilica.

In osservanza alle disposizioni anti covid, per seguire le celebrazioni della giornata, 200 posti nel Santuario, 150 nel Chiostro del Noviziato dove sono allestiti dall’inizio della Tredicina due maxischermi e altri 240 posti sul sagrato ove verrà posizionato un altro maxi schermo.

Ingresso in Basilica con la mascherina; gel igienizzanti alle entrate.

Padova, 11  giugno 2020

DURANTE TUTTA LA TREDICINA, OLTRE AI 200 POSTI CONSENTITI ALL’INTERNO DELLA BASILICA, SONO ALLESTITI 2 MAXI SCHERMI NEL CHIOSTRO DEL NOVIZIATO CON ALTRI CIRCA 150 POSTI. SABATO 13 GIUGNO ALTRI 240 POSTI SUL SAGRATO CON UN ALTRO MAXI SCHERMO

SI RICORDA CHE IL LIMITE DEI 200 POSTI ALL’INTERNO DEL SANTUARIO È IMPOSTO DALLE AUTORITÀ PUBBLICHE E NON STABILITO DAI FRATI CHE RINGRAZIANO PER LA COMPRENSIONE.

Ieri sera, mercoledì 10 giugno, dalle 21 alle 24 si è svolta la Notte di Miracoli dedicata ai giovani. La serata di festa nella quale i giovani andavano per la città ad invitare le persone in Basilica, quest’anno, a causa delle disposizioni anti assembramenti, si è svolta in forma di itinerario di preghiera individuale seguendo un percorso dedicato alla vocazione francescana di Antonio. Nonostante il maltempo, già sul sagrato in molti attenevano alle ore 21 l’apertura della Basilica: in un  flusso continuo sono entrati nel santuario – giovani, adulti e donne  – seguendo un itinerario particolare che li ha condotti anche dinanzi alla reliquia della Veste del Santo custodita in una teca nella Cappella del Tesoro, rimasta accesa per tutta la sera. Un itinerario di preghiera “smart” che ciascuno ha potuto compiere anche seguendo meditazioni offerte on line e scaricate direttamente dal cellulare, che solo per questa volta, anche se in chiesa, è stato possibile tenere acceso.

 

Ieri è stata anche la serata della Tredicina dedicata al Pellegrinaggio della Diocesi di Vicenza, accompagnata dal Vescovo, Sua Ecc.za Mons. Beniamino Pizziol. Alla liturgia sono state invitate anche le Associazioni Sportive.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLA TREDICINA

OGGI, Giovedì 11 giugno

ore 17.30: Preghiera della Tredicina

ore 17.45: Pellegrinaggio delle Associazioni di Volontariato. Presiede S. E. Mons. Carlo Mazza, Vescovo emerito di Fidenza, Assistente ecclesiastico del Collegamento Nazionale dei Santuari. Alla liturgia è invitata una rappresentanza del MONDO DEL VOLONTARIATO.

 

DOMANI, Venerdì 12 giugno, Viglia della Solennità del Santo

ore 17.30: Preghiera della Tredicina

ore 17.45: Pellegrinaggio del Capitolo della Cattedrale e dei Vicariati della Saccisica e di Este. Presiede S. E. Mons. Pierantonio Tremolada Vescovo di Brescia. Alla liturgia è invitata una rappresentanza della PROTEZIONE CIVILE, DELLA POLIZIA LOCALE e PROVINCIALE.

 

SABATO 13 GIUGNO 2020 – SOLENNITÀ DI S. ANTONIO DI PADOVA.

 

La Basilica resterà aperta dalle ore 6.00 alle ore 22.30

 

Orario Sante Messe: 6.30 – 8.00 – 9.30 – 11.00 – 15.00 – 17.00 – 19.00 – 21.00

ore 8.00: S. Messa. Presiede p. Oliviero Svanera, Rettore della Basilica 

ore  9.30: S. Messa per i Collaboratori e gli Associati al «Messaggero di sant’Antonio». Presiede S. E. Rev.ma Mons. Fabio Dal Cin, Delegato pontificio per la Basilica di S. Antonio

ore 11.00: S. Messa Pontificale. Presiede S. E. Rev.ma Mons. Claudio Cipolla, Vescovo di Padova

ore 17.00: S. Messa Solenne. Presiede p. Roberto Brandinelli, Superiore Provinciale dei Frati Minori Conventuali

UNA LUNGA GIORNATA COMUNQUE TRA LA GENTE GRAZIE ALLA DIRETTA TELEVISIVA E ALLE DIRETTE WEB

Purtroppo quest’anno non è stato possibile accogliere le decine di migliaia di pellegrini che solitamente, sia durante la Tredicina che nella giornata del Santo, giungevano in Basilica da tutto il mondo. Ma per consentire davvero a tutti di poter partecipare a questa giornata di devozione, l’intera festa sarà seguita con una lunghissima diretta sin dalle ore 6 del mattino con l’apertura dei portoni della Basilica, e sino alle 22.30, orario di chiusura.

 

Ogni celebrazione sarà diffusa attraverso canali televisivi e i vari canali telematici per favorire la maggior partecipazione possibile dei fedeli, nel sito della Basilica del Santo: www.santantonio.org e sul sito www.13giugno.org. Vi saranno dirette streaming web sul sito: https://www.santantonio.org/it/live-streaming; www.13giugno.org; su canale Youtube “Messaggero di sant’Antonio”: https://www.youtube.com/MessaggerodisantAntonio e su Facebook:“Sant’Antonio di Padova-I frati della Basilica”: https://www.facebook.com/fratidisantantoniodipadova  

 

Questa lunghissima diretta televisiva sarà trasmessa dall’Emittente regionale Rete Veneta (canale 18 DT in Veneto e canale 92 DT in Friuli Venezia Giulia; sarà possibile seguire anche la diretta live streaming web di Rete Veneta), che seguirà le celebrazioni e il momento culminante della giornata, quello in cui il Santo, che fisicamente non potrà andare tra la gente durante la tradizionale Processione, fisicamente sorvolerà la città di Padova e i luoghi del territorio colpiti dall’epidemia dal covid 19: su un elicottero messo a disposizione dall’Esercito, il Busto Dorato che custodisce una Reliquia ex Massa Corporis del Santo si alzerà dall’aeroporto militare Allegri di Padova alle 12.30 dirigendosi a Schiavonia dove la Reliquia, accompagnata dal rettore della Basilica padre Oliviero Svanera e da Mons. Alberto Albertin Delegato vescovile per la Vita Consacrata, sosterà per una breve benedizione dinanzi all’Ospedale; poi proseguirà per sorvolare Merlara e Vo’ Euganeo. Quindi si dirigerà a Camposampiero per poi sorvolare la città di Padova: l’Arcella, l’Ospedale, Il Centro Città, la Basilica e fare ritorno all’Aeroporto Allegri dopo le 14 circa.

 

Al termine della Santa Messa Solenne delle ore 17, presieduta da p. Roberto Brandinelli, Superiore Provinciale dei Frati Minori Conventuali, la Reliquia del Mento verrà portata in Processione perimetrale all’interno della Basilica e sul sagrato del Santuario. Al termine, i saluti del Sindaco di Padova Sergio Giordani.

 

LE DISPOSIZIONI ANTI ASSEMBRAMENTO 

Non per volere dei frati ma per precise disposizioni anti assembramento disposte dall’autorità governativa, dentro il Santuario, come da tutta la Tredicina, sono consentiti solo 200 posti distanziati. Altri 150 posti sono stati disposti nel Chiostro del Noviziato, con accesso controllato dalla Sagrestia, dove è possibile seguire le celebrazioni da due megaschermi.

Per la Giornata del 13 giugno, al fine di consentire ad un maggior numero di fedeli di seguire le celebrazioni, verranno allestiti sul sagrato altri 240 posti distanziati secondo le direttive, e verrà posizionato un altro mega schermo. Saranno inoltre accesi tutti gli altoparlanti così da diffondere l’audio delle celebrazioni anche nel Chiostro della Magnolia.

 

PER ACCREDITI STAMPA

I Colleghi della Stampa, i cameraman e i fotografi, potranno accreditarsi presso l’Ufficio Informazioni del Chiostro della Magnolia dove verrà consegnato un Pass Stampa.

 

Relazioni con i Media per la Tredicina e per la Solennità del Santo

CRISTINA SARTORI, cell. 348.0051314: studiocristinasartoripress@gmail.com  cristina.sartori1@gmail.com

 

Condividi:
Facebooktwitterlinkedinmail
venezia-acqua-alta-aiutiamo venezia

Raccolta fondi del Comune di Venezia per l’emergenza acqua alta

Acqua alta a Venezia. Raccolta fondi del Comune per far risorgere la città.

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha lanciato su Twitter una raccolta fondi per aiutare la città duramente provata dall’alta marea di questi giorni. Si legge sul post: #Venezia è un orgoglio di tutta l’Italia, #Venezia è un patrimonio di tutti, unico al mondo. Grazie al Tuo aiuto tornerà a splendere.
c/c intestato a: Comune di Venezia-Emergenza acqua alta

 

Causale: contributo emergenza acqua
IBAN: IT 24 T 03069 02117 100000 018767 BIC: BCITITMM

COSTA CROCIERE DONA 100MILA EURO
Il Gruppo Costa Crociere, attraverso la sua Fondazione, donerà 100mila euro al Comune di Venezia per i primi interventi urgenti destinati a supportare la comunità veneziana nell’immediato dopo l’acqua alta eccezionale. «Venezia – dice Costa Crociere – è un tesoro prezioso per tutti noi e sentiamo la necessità di contribuire per fornire un aiuto concreto nella gestione di questa emergenza». La compagnia ha anche annunciato di essere a disposizione del Governo e delle Autorità locali per discutere insieme su come fornire ulteriore supporto, più strutturale, sulla base delle priorità di intervento che le Istituzioni definiranno una volta che saranno più chiare l’entità dei danni e, quindi, le necessità reali.

Acqua alta a Venezia, gli aiuti della Caritas: una barca di alimentari per Pellestrina, dodici persone ospiti per la notte in Seminario

Una barca di generi alimentari per Pellestrina. È partita stamattina, grazie alla Caritas veneziana e ad un’associazione, con la collaborazione della Protezione civile.

Pasta, insaccati, farmaci da banco…: alle 8 di sabato 16 la barca è stata caricata ed è partita, raggiungendo l’isola, provata dalle acque alte eccezionali dei giorni scorsi.

È una delle numerose azioni solidali che vedono la regia della Caritas diocesana.

Sette nuclei familiari, per dodici persone, sono poi gli ospiti d’emergenza nel Seminario patriarcale, a Venezia. La Chiesa di Venezia ha infatti messo a disposizione anche posti letto e pasti caldi per chi si trova in maggiore difficoltà. Come queste persone che, impossibilitate a rimanere nelle loro abitazioni, perlopiù a pianterreno, adesso trovano riparo e un pasto nelle strutture ecclesiali della città.

Inoltre, la mensa La Tana di Castello distribuisce pasti a chi ne ha bisogno, in particolare ai senza dimora, ma non solo. Ad alcuni anziani i pasti sono stati recapitati a domicilio; la disponibilità di altri volontari per il recapito (telefonare al 334.103.27.14 della Caritas) potrebbe dare risposta ad ulteriori richieste di persone che faticano anche a disporre di pasti regolari a casa propria.

 

 

Condividi:
Facebooktwitterlinkedinmail