Archivi tag: legno

EDILIZIA ECO-SOSTENIBILE A VERONA

Aperta da oggi a Veronafiere la mostra internazionale “Legno&Edilizia” che pone al centro dell’attenzione l’edilizia eco-sostenibile.

Si è aperta oggi 7 febbraio 2019 presso Veronafiere l’11^ edizione di Legno&Edilizia, l’unica rassegna fieristica italiana interamente dedicata all’impiego del legno in edilizia.

Dal centro del triangolo industriale dei costruttori di edifici in legno, che vede Trentino Alto Adige, Lombardia e Veneto come cuore della Bioedilizia italiana col 53% delle unità locali attive nel territorio, partono le proposte e le aspettative di un settore che appare in crescita e rappresenta un bacino di produzione costituito a livello nazionale per il 46% da aziende giovani e dinamiche.

Nella giornata inaugurale della mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia 180 industrie di importanza mondiale hanno portato le loro innovazioni tecnologiche anche sul versante dei materiali e delle tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico nell’edilizia. Si tratta del tema affrontato dalla prima edizione di EcoHouse, esposizione ospitata nella biennale veronese.

Ecco gli incontri di domani 8 febbraio

  • Mattina

Ore 9.30: Arena 12, padiglione 12
Digitalizzazione ed automazione per l’edilizia sostenibile: dalla progettazione alla gestione dell’edificio
A cura del Coordinamento Free

 

ore 9.30 – 18: Arena 11, padiglione 11
Innovare le costruzioni in legno
A cura di ARCA, in collaborazione con NextWood

 

ore 10: Sala Workshop, padiglione 12
Riqualificazione energetica degli edifici: contratti EPC e finanziamento dei progetti
A cura di FIRE

 

ore 10: Sala Convegni, padiglione 12
La salubrità degli ambienti abitativi in risposta alle nuove richieste del mercato immobiliare
A cura di ANCE

 

ore 11: Scuola del Legno, Arena “VAIA”, padiglione 11
Incontro tecnico sul tema della durabilità del legno, dei patogeni e della diagnosi
A cura della Fattoria del Legno

 

13.30: Sala Convegni, padiglione 12
“Filiera legno 4.0: cambiamenti in atto nelle costruzioni in legno”
A cura del prof. Franco Laner. Organizzato da Piemmeti e Percorsi-legno, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Verona e l’Ordine degli Architetti di Verona. Modera Franco Laner

  • Pomeriggio

ore 14: Sala Galleria, galleria 11/12
Innovazione, ricerca e sviluppo nella filiera dell’edilizia sostenibile (prodotti, progetti, processi): la Rete Innovativa Regionale Venetian Green Building Cluster si presenta
A cura di VeGBC

 

ore 14: Arena 12, padiglione 12
Innovare le costruzioni con qualità e tecnologia: un esempio virtuoso – Edificio Alessandro Volta
A cura di ARCA

 

ore 14.30: Scuola del Legno, Arena “VAIA”, padiglione 11
Corso di classificazione a vista del legno strutturale e aggiornamenti normativi
A cura della Fattoria del Legno

 

ore 15: Sala Workshop, padiglione 12
“Mall Facility Management: superfici commerciali più efficienti, business più competitivi”
A cura di Largo Consumo

 

Arena 11
Tutti i giorni: workshop organizzati da Arca assieme a NextWood e CasaClima Network Verona
ARCA è il primo sistema di certificazione ideato esclusivamente per edifici con struttura portante in legno, nato per garantire sicurezza, efficienza energetica, comfort e sostenibilità degli edifici in legno.
Laboratori con dimostrazioni pratiche gestiti dalla Scuola CFP ENAIP di Tione di Trento.

Per maggiori informazioni:

Legno&Edilizia

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

SALVIAMO GLI ALBERI CON UNO SGUARDO ALL’ECO SOSTENIBILE

Padova organizza l’11 biennale internazionale improntata sul rinnovabile ed eco sostenibile dal 7 al 10 febbraio

A fine ottobre li maltempo che si è verificato nel bellunese ha messo a dura prova il paese abbattendo migliaia di alberi. Questa situazione ha portato,allora, in primo piano l’argomento riguardante la preziosa foresta e una risorsa indispensabile per l’uomo: il legno.

Rispetto a questo tema importante, l’organizzazione della tutela dell’ambiente della provincia di Belluno ha proposto,a livello nazionale,un gemellaggio con l’Altopiano di Asiago e con le regioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Tutte presenteranno un progetto unito per ricostruire con gli alberi abbattuti le case distrutte dal sisma.

L’obiettivo è quello di aumentare le competenze di chi costruisce edifici in legno: tendenza in crescita negli ultimi anni.

Infatti le case in legno si rivelano sempre più apprezzate per la capacità di isolamento termo- acustico, per la risposta alle sollecitazioni telluriche, per la sostenibilità della materia viva, per salubrità e comfort.

Allora, l’11^ edizione di Legno&Edilizia prevista alla Fiera di Verona dal 7 al 10 febbraio 2019 è l’evento giusto per questa proposta; unico nel suo genere in Italia richiama tanto operatori dell’artigianato e dell’industria quanto progettisti, studi professionali, carpentieri.

Con specifiche iniziative anche EcoHouse si rivolge a quanti si occupano professionalmente di ristrutturazioni e costruzioni.

L’ingresso per l’evento è libero con registrazione (anche online) e l’orario va dalle 9 alle 18

Fonte e Foto

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
studio dei mestieri

A Como il primo liceo dell’artigianato, dove i ragazzi imparano anche i mestieri

Oltre alla formazione liceale, la scuola “Oliver Twist” di Como offre l’insegnamento delle arti della cucina e dell’accoglienza, dell’arredo ligneo e del tessile.

Chi l’ha detto che apprendere bene un mestiere è un ripiego per ragazzi svogliati? A smontare questo pregiudizio che ha accompagnato fino ad oggi la formazione professionale, sarà la scuola “Oliver Twist” di Como che dal prossimo anno scolastico darà il via al primo liceo artigianale, una sorta di liceo delle scienze applicate con l’alternanza scuola-lavoro come prassi quotidiana. La “filosofia” della legge 107, la cosiddetta “Buona Scuola”, verrà declinata in questa realtà nata nel 2009 grazie all’omonima fondazione.

Il ritorno dell’artigianato

Siamo di fronte ad un percorso del tutto innovativo, capace di coniugare il lavoro e la sapienza artigianale, il locale e l’internazionale. Il liceo artigianale sarà il primo indirizzo che affiancherà al diploma liceale il raggiungimento di competenze lavorative certificate in uno di questi tre settori: arti della cucina e dell’accoglienza; arti dell’arredo ligneo e del tessile. Da lì usciranno giovani formati a 360 gradi. Basta vedere le materie di studio per capire: i ragazzi dovranno prendere in mano libri di italiano, lingua straniera, matematica, informatica, fisica, scienze naturali, storia dell’arte per tutti i cinque anni, e nel biennio anche storia e geografia. Ma non solo. Il primo anno avranno 210 ore di laboratorio artigianale mentre a partire dal secondo anno una settimana al mese i ragazzi svolgeranno un’attività lavorativa in un’azienda.

Inglese in primo piano

Un approccio alla professionalizzazione che partirà dalle aule: ogni classe sarà dotata di lavagna interattiva e ciascun studente utilizzerà il notebook come strumento di studio. Oltre ai diversi software specialistici, i laboratori digitali saranno dotati di stampanti 3D. Particolare attenzione sarà data alla conoscenza della dimensione globale e quindi all’apprendimento della lingua inglese, potenziata anche attraverso la formula del CLIL, l’utilizzo di software specialistici dedicati con il coinvolgimento di insegnanti di madrelingua e di moduli di cultura internazionale svolti da docenti e professionisti stranieri. L’obiettivo per la lingua inglese è almeno la certificazione B1 al termine del primo biennio.

Il collegamento con le aziende

Un percorso davvero capace di offrire ai ragazzi diverse opportunità: tra le attività didattiche sarà favorito lo studio del cinema, della musica, della calligrafia e profilatura ma anche del parlare in pubblico. Il comitato scientifico del primo liceo artigianale composto da Mario Botta, Giuseppe Bertagna, Erasmo Figini, Carlo Ossola e Albino Zgraggen ha già attivato una serie di rapporti con alcune aziende significative: Inditex Spa; Lario Hotel; Lisa Spa; Vodafone; Castiglioni Legnami. L’opportunità offerta dalla scuola “Oliver Twist” apre un dibattito sul valore dei licei che oggi devono sempre più guardare al mondo del lavoro, preparare i ragazzi ad entrare nel mercato economico fornendo loro tutti gli attrezzi necessari per affrontare il difficile momento in cui ci troviamo. Studiare un mestiere con la consapevolezza di poter avere una formazione di qualità e globale è sicuramente la strada giusta.

Fonte: ischool

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail