Archivi tag: Ponte San Nicolò

Musica Festa per l’anima 2019

Musica Festa per l’Anima 2019

Musica Festa per l’anima, festival di musica barocca nella Chiesa di Roncajette di Ponte di San Nicolò dal 12 aprile al 17 maggio

Per il secondo anno l’Amministrazione Comunale di Ponte San Nicolò e l’associazione Amici della Musica di Padova coordinati dalla clavicembalista Chiara De Zuani, hanno programmato il festival di musica barocca  Musica Festa per l’anima.

La seconda edizione del festival, che vede come protagonisti artisti attivi nella scena internazionale, si svolgerà nella splendida cornice della Chiesa di San Fidenzio a Roncajette – Ponte San Nicolò.

Calendario

– venerdì 12 aprile alle ore 21: “Il suono della grazia” con musiche di L.C. Ragué, A. Sacchini, F. Petrini e G. F. Haendel con il duo Lorenzo Montenz, arpa e Chiara De Zuani;

– martedì 30 aprile alle ore 21: “Le Quattro Stagioni” di A.Vivaldi ricreate secondo una lettura delle fonti storiche dell’improvvisazione. Ne saranno interpreti l’ ensemble Arparla Plus con Davide Monti violino solista e direttore.

– venerdì 17 maggio alle ore 21: “Sacr affetti e…diletti” dedicato al barocco tedesco (J. S Bach, G. Ph. Telemann, G. Gebel e J. F. Fasch). Pagine vocali sacre saranno affiancate a musica strumentale, con Paolo Costa e Chiara De Zuani al clavicembalo, Paola Frezzato al fagotto barocco e Anna Grendene al violoncello barocco.

I concerti sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Informazioni: biblioteca@comune.pontesanicolo.pd.it;  info@amicimusicapadova.org

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

OGGI L’INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “FOLLOW THE WOMEN”

Proprio in queste ore, Padova, sta aprendo ufficialmente l’inaugurazione della mostra “Follow the Women”

Dal 27 novembre all’8 dicembre 2018,l’assessorato alla cultura di Ponte San Nicolo’ in collaborazione con Mignon di Padova, ospiterà, le fotografie di Ferdinando Fasolo riguardanti la mostra “Follow the Women”.

Follow The Women è nata nel 2004 dall’idea di portare le donne di paesi diversi a pedalare insieme per la pace in Medio Oriente. Le biciclette diventano in questa speciale occasione dei veicoli di libertà. La finalità è quella riuscire a far richiamare l’attenzione dei media, dei leader politici e delle comunità locali.

Gli obiettivi della mostra riguardano la promozione del territorio e la raccolta di fondi per progetti locali come la costruzione di parchi giochi per bambini e attività di cucito per le donne nei campi profughi.

Le foto che compongono la mostra,invece, sono scattate da Ferdinando Fasolo. Esso è un autore di origine padovana che da oltre vent’anni si dedica con passione alla fotografia, organizzando eventi e ricevendo autorevoli riconoscimenti.

Infine, Mignon è un’associazione nata per realizzare progetti fotografici finalizzati alla ricerca dell’uomo e del suo ambiente.. Sin dall’inizio, il Gruppo ha sentito un profondo interesse nei confronti delle storiche testimonianze della fotografia con vocazione sociale.

Informazioni utili

  • Posizione: Municipio del Comune di Ponte San Nicolò (PD)
  • inaugurazione 27 Novembre alle 18.00

Info: info@mignon.it

Fonte

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Corti a Ponte 2016

IX EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CORTOMETRAGGI “CORTI A PONTE”
Le scuole, il concorso.
Due giorni per realizzare un cortometraggio e un focus sul cinema romeno.

Entra nel vivo la IX Edizione del Festival Internazionale di cortometraggi “Corti a Ponte”. L’appuntamento per tutti è in sala civica “Unione Europea” di Ponte San Nicolò , Padova. Si comincia venerdì 6 maggio con il Concorso 48 ore che termina domenica 8 maggio.

Sarà il pubblico con la giuria artistica del Festival (Alessandro Davanzo Presidente Corti a Ponte, Raffaella Traniello Direttore artistico del Festival, Damiano Sandei, Martina Acazi, Roberta Nicetto, Daniela Carrer e Mauro Sartore del Comitato Organizzatore) a votare i vincitori tra le otto troupe iscritte al concorso. Le troupe dovranno realizzare un cortometraggio di cinque minuti in soli due giorni di lavorazione – il 6 e il 7 maggio – per proiettarlo la sera dell’8 maggio.
Una sfida, ma anche un gioco in cui oltre alla tecnica verrà valorizzato il talento cinematografico.

Venerdì 6 maggio ci sarà anche l’ultima delle cinque mattinate di proiezione dei cortometraggi per ragazzi che ha visto la partecipazione di circa 1.400 alunni delle scuole Modigliani di Padova, delle secondarie, primarie e dell’infanzia di Ponte San Nicolò, di Saccolongo e di Camponogara.

Dall’11 al 14 maggio l’associazione Corti a Ponte presieduta da Alessandro Davanzo chiude in bellezza il IX festival internazionale di Cortometraggi con quattro imperdibili appuntamenti dedicati al cortometraggio. Quattro serate dedicate alle proiezioni della sezione Ufficiale del Festival a partire dalle ore 20.30 sino alle 24.00.

I 24 corti selezionati in concorso hanno respiro internazionale: Sud Africa, Italia, Stati Uniti, Australia, Spagna, Uruguay, Lussemburgo, Germania, Lituania, Messico, Polonia, Cile, Argentina, Francia, Singapore, Russia, Romania i Paesi che hanno aderito al Festival con le loro produzioni cinematografiche specificatamente realizzate in cortometraggi. “Un’avventura straordinaria anche quest’anno – racconta Alessandro Davanzo, presidente dell’Associazione – sono moltissimi i corti iscritti al concorso, provenienti da tutto il mondo. La qualità è molto elevata. La preselezione ha impegnato per molti mesi il Comitato di Selezione, composto da una decina di persone dell’associazione. E il numero degli affezionati al festival cresce di anno in anno”

Questa nona edizione del Festival vedrà un focus sul cinema romeno, con proiezioni di cortometraggi e una relazione dell’Istituto Romeno di Cultura e ricerca Umanistica di Venezia sull’attuale situazione del cinema in Romania. “Nell’ottica di integrazione che ci contraddistingue a livello associativo – racconta sempre Davanzo – quest’anno abbiamo creato un ponte con il cinema romeno, approfondendo le sue peculiarità, sfumature. Una serie di proiezioni pensate per poter offrire alla numerosa comunità romena locale un’opportunità di scambio culturale veicolato dal cinema, presupposto per più ampie integrazioni umane e sociali”.

Mercoledì 11, oltre ai corti in concorso, ci sarà la prima del film cortometraggio “Niente sta scritto” 20′, con la regia di Alessandro Davanzo, frutto del laboratorio di sceneggiatura e cinema di Corti a Ponte 2016. Il film narra una intricata vicenda umana che vede i protagonisti cambiare la loro vita in breve lasso di tempo.
Giovedì 12 maggio, oltre ai film della sezione ufficiale, saranno proiettati i corti a KM 0, quelli realizzati da videomaker padovani e ospitati fuori concorso al Festival “Corti a Ponte”.

Venerdì 13 maggio è la volta delle premiazioni dei corti della sezione “Ragazzi” con la visione delle opere vincitrici; mentre sabato 14 verrà proiettato il film fuori concorso del talentuoso regista russo di videoanimazione Yura Boguslavsky dal titolo “Ships of years past”. Seguiranno le proiezioni dei corti del concorso 48 ore e le premiazioni dei film in concorso della sezione ufficiale con la visione dei film vincitori.

Conclude Davanzo: “Una grande festa fatta di buon cinema ma soprattutto una grande occasione per tessere relazioni umane e culturali”.

Ingresso libero a tutti gli eventi.

La giuria ufficiale del festival è composta dal videomaker Christian Cinetto, dalla produttrice Marta Ridolfi e dal videomaker, colorist e produttore Sergio Cremasco. Durante le proiezioni un buffet attende gli spettatori allestito nel cortile interno della sala civica.

Ufficio Stampa
Barbara Codogno
cell 349 5319262

Info: www.cortiaponte.it

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail