triplano fokker

FIERA CAMPIONARIA 2018: RIEVOCAZIONE DELLA GRANDE GUERRA E DEL RUOLO DEL PADOVANO

Dal 12 al 20 maggio 2018 si terrà la Fiera Campionaria con ingresso libero per rievocare la Grande Guerra e il ruolo che ebbe il Padovano.

La Campionaria 2018, con una mostra di mille metri quadrati, presenta dal 12 al 20 maggio al padiglione 15 la rievocazione della Grande Guerra e il ruolo che ebbe il Padovano, rientrando nel progetto Padova da capitale al fronte a città della pace con cui il Comune di Padova commemora i cent’anni dalla fine del primo conflitto mondiale, raccontando il clima di quell’epoca. Padova, infatti, divenne capitale della Grande Guerra perché il 27 ottobre 1917, terzo giorno della battaglia di Caporetto, il comando dell’Esercito italiano lasciò Udine per trasferirsi a Padova dove rimase per un anno fino all’armistizio siglato proprio in questo luogo.

Partecipano all’esposizione moltissime associazioni e enti: Esercito Italiano, Carabinieri, Comune di Padova, Comune di Asiago, Croce Verde di Padova, Croce Rossa di Ferrara, Museo Storico della 3^ Armata di Padova, Museo Risorgimento di Ferrara, Museo della guerra 1915-18 di Canove, Fondazione Jonathan Aerei Storici di Nervesa della Battaglia, Centro Ricerche Grande Guerra di Padova, Associazione Inbus Club Veneto di Padova, Forte Corbin di Tresche Conca, Associazione Sanità Militare di Milano, Associazione Cime e Trincee di Venezia, Associazione Nazionale Vittime Civili di guerra di Roma, Associazione Assoarma di Padova, Associazione Monte Grappa di Romano d’Ezzelino, Associazione Fronte Sud Altopiano 7 Comuni di Cesuna, Associazione culturale ricerche storiche Pico Cavalieri di Ferrara, Beretta di Brescia, Fiocchi Munizioni di Lecco, Officine Reggiane di Reggio Emilia.

In mostra spicca un rosso triplano Fokker, copia autentica di uno dei 320 esemplari realizzati per l’aviazione tedesca nel 1917, resi celebri dall’asso polacco conosciuto come Barone Rosso, attualmente volante e appartenente alla Fondazione Jonathan Aerei Storici. Al centro è posizionato un autobus FIAT del 1979 di 12 metri adibito a museo della Grande Guerra, contenente reperti bellici, modellini dei biplani Caproni e oggetti d’epoca, con proiezione di filmati inediti girati nel 1916 da un fotografo di guerra e gestito da volontari in divisa storica da artiglieri. La mostra è composta da fotografie e filmati storici, ma anche attrezzature e mezzi militari usati all’epoca. Sono esposti anche video e foto della cosiddetta Vacca Mora, il treno a cremagliera che da Piovene Rocchette portava i militari sul fronte di Asiago e inoltre video sugli aerei che sorvolavano l’Altopiano. L’Associazione Sanità Militare interviene con foto storiche di ospedali da campo e sale operatorie per interventi d’emergenza. L’Esercito Italiano con l’8° Reggimento Genio guastatori della Brigata paracadutisti Folgore di Legnago è in Fiera con materiali, mezzi e attrezzature per la bonifica di ordigni bellici inesplosi. Il Museo della guerra 1915-18 di Canove in collaborazione col Comune di Asiago porta reperti della vita di trincea dei soldati italiani e austriaci rinvenuti dai recuperanti sull’Altopiano di Asiago nel corso di cent’anni e anche buoni da 5 a 50 centesimi e di 1 e 2 lire forniti ai soldati italiani per gli acquisti. Il Museo del Risorgimento di Ferrara allestisce la mostra di prime pagine dei giornali e copertine illustrate delle principali riviste italiane in tempo di guerra. La Croce Rossa di Ferrara è in mostra con una rara uniforme di medico della CRI. Dal Museo Storico della 3^ Armata arrivano foto e stampe della prima guerra mondiale. L’Associazione Cime e Trincee illustra fotograficamente Venezia colpita dai bombardamenti del 1918 e dal Forte Corbin arrivano foto e documenti. L’Associazione Nazionale Vittime Civili di guerra presenta esempi di bonifica bellica.

Infine itinerari della Grande Guerra saranno proposti dalla Carraresi Tour Viaggi.

Un salotto centrale nel padiglione 15 è riservato alle conferenze, alla visione della mostra di copertine di riviste e prime pagine di giornali 1918. Tra gli incontri, sabato 19 maggio alle 10,30 si terrà la Conferenza interattiva sulle tematiche essenziali della Grande Guerra. Interventi: Paolo Magagnotti, presidente dei giornalisti europei di Trento. Intervengono: generale di Brigata Tullio Vidulich (Bolzano), Vincenzo Martines, ammiraglio, medico (Roma), Francesco Lusciano, docente di Filosofia e scrittore (Chioggia), Edoardo Pittalis, già redattore capo del Gazzettino (Venezia), Sergio Tazzer, già giornalista RAI e direttore CEDOS, Centro Studi Storici Grande Guerra, scrittore (Treviso), prof. Dino Casagrande, Ferruccio Falconi, comandante Piloti Porto di Venezia e Console onorario del Lesotho (Venezia). Coordina la prof. Romana de Carli Szabados, scrittrice esperta di Storia della MittelEuropa del XIX e XX secolo e della Grande Guerra (Trieste).

La Croce Rossa italiana nata nel 1864 prese piede a Padova nel 1889 (primo presidente il conte Giusti del Giardino) e fu molto attiva durante il primo conflitto mondiale, con 700 soci ai primi del 1915 e oltre 4.000 nel 1918. Anche l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra sarà presente in Fiera: i volontari del Dipartimento Ordigni Bellici Inesplosi, della Regione Veneto e della sezione di Padova dell’Anvcg, ogni pomeriggio dalle 16.30 alle 24, il sabato e la domenica dalle 10 alle 24, saranno al padiglione 15 per promuovere le attività dell’associazione.

L’ingresso è gratuito e l’entrata è dalle 10 alle 20 nei week-end e dalle 16,30 alle 24 nei giorni feriali.

Fonte: Padova Oggi

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Scrivi il primo commento!

avatar
500