Archivi categoria: Notizie

AUTOVELOX: MULTA CONTESTABILE SE L’APPARECCHIO NON E’ VISIBILE

Autovelox, multa contestabile se l’apparecchio o la pattuglia non sono ben visibili.

La Corte di Cassazione nell’ordinanza del 5 marzo ha stabilito che l’autovelox, oltre a essere correttamente segnalato, deve essere ben visibile dagli automobilisti, al pari della pattuglia che si trova in prossimità, altrimenti la multa per eccesso di velocità è contestabile.

Tale responso arriva dopo la contestazione di una contravvenzione elevata per eccesso di velocità dalla Polizia Stradale e per la quale era stato fatto ricorso presso il Tribunale di Livorno.

Quest’ultimo ha rilevato che il cartello di avviso della presenza dell’autovelox era posizionato correttamente, ma che la pattuglia non aveva valutato la propria visibilità e quella del dispositivo di rilevamento.

I giudici di Cassazione, hanno infatti affermato che «le postazioni di controllo per il rilevamento della velocità devono essere ben visibili e la necessaria visibilità della postazione di controllo per il rilevamento della velocità quale condizione di legittimità dell’accertamento, con la conseguente nullità della sanzione in difetto di detto requisito, è stata da ultima affermata anche da questa Corte (Cassazione 25392/2017)».

La sentenza esaminata è stata dunque cassata e rimandata ad un tribunale altro da Livorno il quale dovrà valutare proprio la presunta “non visibilità” dell’Autovelox.

Ancora una volta quindi la Corte di Cassazione interviene sui metodi di assegnazione delle multe per eccesso di velocità attraverso strumenti elettronici per il rilevamento di un’infrazione fornendo un’interpretazione a favore degli utenti della strada.

Fonte: Adico

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

IN ARRIVO LA PENSIONE DI CITTADINANZA

In arrivo la pensione di cittadinanza, il sostegno economico rivolto agli anziani.

Accanto al reddito di cittadinanza, il nuovo decreto prevede anche la pensione di cittadinanza.

Si tratta di un sostegno economico indirizzato agli anziani che vivono con un reddito mensile che è al di sotto della soglia di povertà stabilita dall’Eurostat, pari a 780 euro.

L’obiettivo è quello di aumentare le pensioni minime e di contrastare la povertà con un’integrazione della propria pensione, fino al raggiungimento della predetta soglia.

 

Importo e beneficiari

beneficiari della pensione di cittadinanza saranno 369 mila, circa il 13,7% del totale dei 2,7 milioni di percettori.

La pensione di cittadinanza è costituita da una componente che integra il reddito familiare, fino alla soglia di 7.560 euro annui, moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza.

È prevista una componente a integrazione del reddito dei nuclei familiari residenti in abitazione in affitto pari all’ammontare del canone annuo previsto nel contratto di locazione, come dichiarato a fini ISEE, fino a un massimo di euro 1.800 annui.

L’integrazione è concessa anche nella misura della rata mensile del mutuo ai nuclei familiari residenti in abitazione di proprietà. Ciò nel caso in cui, per l’acquisto della casa, sia stato contratto un mutuo da parte di uno dei membri dello stesso nucleo familiare.

Complessivamente potrebbe spettare un’integrazione del reddito fino al raggiungimento di 9.360 €. Mensilmente, quindi, l’interessato ha diritto ad un massimo di 780 €. In ogni caso, l’integrazione non può essere inferiore ai 480 € annui.

Il beneficio, di durata continuativa non superiore a 18 mesi (rinnovabile), decorrerà dal mese successivo a quello della richiesta e il suo valore mensile sarà pari a un dodicesimo del valore su base annua. Inoltre, la pensione di cittadinanza è suddivisa in parti uguali tra i componenti del nucleo familiare.

 

Come presentare la domanda

La domanda per la pensione di cittadinanza va presentata dopo il quinto giorno di ciascun mese mediante modalità telematica online, direttamente sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali al link Reddito di cittadinanza tramite Spid.

In alternativa si può presentare in modalità cartacea, presso gli uffici postali avvalendosi del modello di domanda predisposto dall’Inps, dal 6 marzo 2019 (e da ogni giorno 6 del mese).

La domanda verrà inserita subito nel portale del Ministero del Lavoro dall’operatore di sportello di Poste o recandosi ad un Caf, previa stipula di una convenzione con l’Inps, sarà proprio l’Istituto che dovrà approvare il modulo di domanda e di comunicazione dei redditi.

Entro 5 giorni lavorativi dalla ricezione della domanda l’Inps verificherà il possesso dei requisiti per l’accesso in base delle informazioni disponibili negli archivi.

Fonte: Adico

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

MARTEDI’ AL CINEMA A 3 EURO

Secondo appuntamento a Padova e provincia con i martedì al cinema a tre euro.

Secondo appuntamento martedì 12 marzo nei cinema aderenti di Padova e provincia con la nuova edizione de “La Regione del Veneto per il cinema di qualità – La Regione ti porta al cinema con tre euro – I martedì al cinema”.

Si tratta di un progetto pluriennale di successo organizzato dalla Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) delle Tre Venezie, l’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie, Regione del Veneto.

 

Proiezioni in programma il 12 marzo (3 euro a biglietto):

  • Cinema Il Lux, ore 21.00

Copia Originale” (Biografico, USA 2018, 106’) di Marielle Heller, commedia agra ispirata alle memorie della scrittrice Lee Israel.

Quando gli editori si orientano su libri sempre più semplici e corrivi, la scrittrice Lee Israel si trova senza lavoro. I suoi tanti volumi dedicati, tra gli altri, a Katharine Hepburn ed Estée Lauder, non la salvano dal tracollo economico. Passa allora a redditizie truffe letterarie: falsifica lettere di celebrità decedute. Falso e originale, copia e collezionismo, riproducibilità intellettuale più che tecnica.

 

  • Cinema Rex, ore 21.00

Un valzer tra gli scaffali” (Drammatico, Germania 2018, 125’) di Thomas Stuber.

Le luci di un grande supermercato alla periferia di una cittadina della Germania Est si accendono e, sulle note di Sul Bel Danubio Blu, i carrelli per la movimentazione delle merci volteggiano come abili danzatori in un valzer tra i corridoi. Un’immagine onirica ed evocativa che sembra contrastare con la monotona quotidianità di questo luogo, popolato di gente, lavoratori o clienti, unicamente impegnata a riempire o a svuotare interi bancali di merci. Eppure, in questo microcosmo di vite scandite da una banale e impassibile regolarità, si cela una profonda umanità: storie di solitudini e malinconie, ma anche di emozioni e di complicità, animano la vita tra i corridoi creando l’illusione, tra i lavoratori, di essere parte di un’unica, grande famiglia.

 

  • Multiastra, ore 17.30

7 Uomini a mollo” (Commedia, Francia 2018, 122’) di Gilles Lellouche.

Bertrand, un quarantenne un po’ in crisi, riesce a dare finalmente un senso alla sua vita quando decide di entrare a far parte di una squadra di nuoto sincronizzato maschile. Per ognuno dei componenti, gli allenamenti rappresentano una valvola di sfogo e un rifugio sicuro. Insieme si sentiranno sempre più forti fino a volere intraprendere un traguardo pazzesco: la partecipazione ai campionati mondiali.

 

  • Cinema Esperia, ore 21.00

Un uomo tranquillo” (Thriller, Gran Bretagna 2019, 118) di Hans Petter Moland.

Nels Coxman è un uomo semplice, fiero di essere un diligente cittadino della sua città nel Colorado, dove ha vinto il premio dell’anno per l’impegno nel suo lavoro di spazzaneve. Improvvisamente, la sua vita viene sconvolta quando il figlio viene ucciso da un potente boss della droga locale soprannominato il Vichingo. Alimentato dal bisogno di vendetta e armato di artiglieria pesante, questo improbabile eroe si propone di smantellare il cartello con estrema precisione, nel tentativo di arrivare al vertice della catena che ha ucciso suo figlio.

 

  • Multisala Porto Astra, ore 17.25 e 22.20

Croce e delizia” (Commedia, Italia 2019, 100’) di Simone Godano.

I Castelvecchio sono una famiglia di eccentrici, hanno una mentalità aperta, ma sono narcisisti e disuniti. I Petagna sono tutto l’opposto: gente molto affiatata, di estrazione sociale più umile, dai valori tradizionali ma conservatori. Come mai queste due famiglie così diverse si ritrovano a trascorrere le vacanze estive insieme? Lo sanno solo i capifamiglia Tony e Carlo: l’inaspettato annuncio del loro amore scardinerà gli equilibri delle due famiglie ma soprattutto quelli di Penelope e Sandro, i loro rispettivi primogeniti.

 

  • Multisala Pio X – MPX, ore 18,30

Bohemian Rhapsody” (Biografico, Gran Bretagna, USA 2018, 134’) di Bryan Singer, che agli Oscar ha conquistato quattro statuette tra cui la più ambita di Miglior Attore Protagonista a Rami Malek.

Il film ricostruisce l’ascesa dei Queen attraverso le sue iconiche canzoni e il suo sound rivoluzionario, la sua crisi quasi fatale, man mano che lo stile di vita di Mercury andava fuori controllo, e la sua trionfante reunion alla vigilia del Live Aid, quando Mercury, condusse la band in una delle performance più grandiose della storia del rock.

 

  • Multisala Pio X – MPX, 18.40 e 21.10

Parlami di Te”(Commedia drammatica, Francia 2018, 100’) di Hervé Mimran.

Alain è un rispettato uomo d’affari e un brillante oratore, sempre in corsa contro il tempo. Nella vita, non concede alcuno spazio alle distrazioni e alla famiglia. Un giorno, viene colpito da un ictus che interrompe la sua corsa e gli lascia come conseguenza una grave difficoltà nell’espressione verbale e una perdita della memoria. La sua rieducazione è affidata a Jeanne, giovane logopedista. Con grande impegno e pazienza, Jeanne e Alain impareranno a conoscersi e alla fine ciascuno, a modo suo, tenterà di ricostruire se stesso e di concedersi il tempo di vivere.

 

  • Multisala Pio X – MPX, ore 21.05

La paranza dei bambini” (Drammatico, Italia Francia 2019, 111’) di Claudio Giovannesi.

Sei quindicenni vogliono fare soldi, comprare vestiti firmati e motorini nuovi. Giocano con le armi e corrono in scooter alla conquista del potere nel Rione Sanità. Con l’illusione di portare giustizia nel quartiere inseguono il bene attraverso il male. Sono come fratelli, non temono il carcere né la morte, e sanno che l’unica possibilità è giocarsi tutto, subito. Nell’incoscienza della loro età vivono in guerra e la vita criminale li porterà ad una scelta irreversibile: il sacrificio dell’amore e dell’amicizia. La visione del film è vietata ai minori di 14 anni.

 

  • Cinema Teatro Giardino di San Giorgio delle Pertiche, ore 21.00

Un giorno all’improvviso” (Drammatico, Italia 2018, 88’) di Ciro D’Emilio.

Antonio ha diciassette anni e un sogno: essere un calciatore in una grande squadra. Vive in una piccola cittadina di una provincia campana, una terra in cui cavarsela non è sempre così facile. A rendere ancora più complessa la situazione c’è la bellissima Miriam, una madre dolce ma fortemente problematica che lui ama più di ogni altra persona al mondo. Inoltre, Carlo, il padre di Antonio, li ha abbandonati quando lui era molto piccolo e Miriam è ossessionata dall’idea di ricostruire la sua famiglia.

 

INFORMAZIONI UTILI

  • Il costo del biglietto è di 3 euro.
  • Nel caso di Multisala verificare preventivamente quali proiezioni sono a 3 euro.
  • La prenotazione dei posti è facoltà riservata alla gestione della sala.

 

Tutti i martedì dei mesi di marzo, maggio e novembre sarà possibile godere del piacere di andare al cinema con la visione di opere d’autore, spesso alternative ai grandi circuiti commerciali, che verranno proiettate al costo ridotto di tre euro nelle sale aderenti.

Ogni settimana sarà possibile verificare quali opere sono in programmazione a tre euro sul sito internet  AGIS Triveneto oppure attraverso l’applicazione APP al Cinema.

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

“IL RESPIRO DELLA NATURA”: INCONTRO CON L’AUTORE LUCA BRACALI

Incontro con il reporter Luca Bracali in occasione della presentazione del suo ultimo libro “Il respiro della natura”.

Il 28 marzo, a partire dalle ore 18.00, presso la libreria Laformadelibro in via XX Settembre, 63 a Padova, si terrà l’incontro Luca Bracali, fotografo, regista ed esploratore italiano di fama internazionale, reporter per National Geographic, documentarista per le tre reti Rai e “Cacciatore di emozioni” con Licia Colò per Niagara in prima serata Rai e al Il mondo insieme su Tv2000.

Il noto esploratore parlerà anche del suo ultimo libro “Il respiro della natura”, un incredibile mix di 300 foto tratte dai suoi viaggi in tutto il mondo, con occhio particolare su Alaska e lo Zambia.

Bracali ha viaggiato in 141 paesi, è autore di 13 libri e vincitore di 13 premi in concorsi fotografici internazionali. Regista Rai 1 dal 2011 e documentarista per Rai 2 e Rai 3, ha firmato 15 servizi su National Geographic. Dal 2017 diviene ambasciatore dell’associazione no-profit “Salviamo il Pianeta”. Il Minor Planet Center di Cambridge gli ha intitolato a suo nome il 198.616esimo asteroide scoperto.

 

Il Respiro della Natura (The Breath of Nature) di Luca Bracali

L’opera è divisa in due volumi raccolti in un cofanetto.

 

  • VOLUME 1 – “Un viaggio dall’Alaska allo Zambia”

Le piante, e gli alberi in particolare, sono i protagonisti di questo lavoro di Luca Bracali, che nel corso della sua carriera ha visitato ben 140 paesi del mondo. Tra questi ne ha selezionati 40, dai quali ha tratto i soggetti presenti in questo volume, che abbracciano un periodo di 25 anni di lavoro.

Sono immagini che ritraggono la natura in ogni sua espressione e mutamento, analizzando le quali è emerso chiaramente quanto quel patrimonio vitale rappresentato dalle foreste, silenziose fabbriche di ossigeno, sia in gravissimo pericolo a causa di attività antropiche miopi o scellerate. Da qui la necessità di lanciare un allarme forte e deciso, arrivando con le sue fotografie, i suoi documentari e i suoi scritti ad un pubblico sempre più vasto e sensibile.

 

 

  • VOLUME 2 – “Romiti Vivai: La tradizione secolare del vivaio toscano nel mondo”

Le vicende storiche che fanno da sfondo alla nascita ed alla crescita di una realtà aziendale come quella della Romiti Vivai, da sole, non bastano a spiegare il successo del vivaismo toscano.

In questo secondo volume se ne raccontano le ragioni, mettendo a fuoco la determinazione, il coraggio, lo spirito di intraprendenza, la filosofia che guidano da un secolo una passione genuina attraverso le esigenze di un mercato in continuo divenire, con nuove esigenze e nuovi obiettivi.

Oltre alla storia dell’azienda, nel volume sono dettagliatamente esposte tutte le varie fasi della coltivazione in vivaio: dalla preparazione dei terreni fino alla spedizione delle piante; dagli innesti alle invasature; dalle colture protette all’arte topiaria. Il tutto accuratamente illustrato dalle suggestive fotografie di Bracali, che offrono un ritratto dal quale traspare tutto l’amore, la passione e l’impegno di chi coltiva piante nel rispetto della migliore tradizione delle terre di Toscana.

 

Per maggiori informazioni:

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail