Archivi categoria: Eventi

SIR JAMES GALWAY – 12 NOVEMBRE 2017, AUDITORIUM POLLINI

Il grande flautista irlandese James Galway sarà protagonista di uno dei Concerti della Domenica organizzati da “I solisti veneti” domenica 12 novembre 2017.

L’irlandese Sir James Galway, il più grande flautista vivente, sarà a Padova domenica 12 novembre 2017 alle ore 11. 00 all’Auditorium Pollini, protagonista di uno dei “Concerti della Domenica” de “I Solisti Veneti”, diretti dal Maestro Claudio Scimone.

Il programma che Sir Galway eseguirà, accompagnato da “I Solisti veneti”, è dedicato a tre grandi capolavori del repertorio flautistico:

  • il Concerto op 10 n. 3 di Antonio Vivaldi detto “Il Cardellino”,

  • la Sinfonia Concertante per 2 flauti e orchestra di Domenico Cimarosa ( qui l’altra a parte di flauto sarà eseguita dalla moglie di Sir James, l’americana Jeanne Galway, già celebre nelle grandi orchestre di New York ancor prima del matrimonio e del conseguente sodalizio artistico),

  • il Concerto in mi minore per flauto e Orchestra di Saverio Mercadante.

I Concerti della Domenica” sono stati ideati da “I Solisti Veneti” nel 1966. Da allora fino a oggi punteggiano preziosamente ogni autunno padovano, intelligentemente destinati a quelle fasce di pubblico che difficilmente potrebbero partecipare ai concerti serali. Le famiglie con bambini e gli anziani, ma non solo, sono il pubblico privilegiato ed entusiasta di queste “matinée” musicali, favoriti dall’orario delle manifestazioni – alle ore 11 della domenica mattina – dal ridottissimo costo del biglietto e dal particolare carattere dei concerti che, tanto nella formulazione dei programmi quanto nelle esecuzioni, abbandonano ogni rigido formalismo per rivestirsi di vivace familiarità.

Ecco quindi i simpatici e puntuali interventi di Claudio Scimone volti ad introdurre e illustrare in linguaggio semplice e con immagini immediate le diverse composizioni e tanti altri accattivanti aspetti che fanno di questi concerti un’attrazione intelligente e ricreativa, pressoché unica e geniale. Un’iniziativa che ha riscosso sin dalla sua nascita il più lusinghiero successo di pubblico e attirato l’attenzione e la diffusa imitazione di molte delle più importanti città italiane nonché l’interesse delle principali radio e televisioni italiane e straniere che, cogliendone pienamente significato e bellezza, hanno loro dedicato numerosi “special”.

JAMES GALWAY

james galway i concerti della domenica 2017

Nato a Belfast nel 1939, James Galway – soprannominato “il flauto d’oro” è considerato tra i più grandi interpreti di tutti i tempi. “Con il suo scatenato virtuosismo, un suono incredibilmente ricco ed espressivo, il suo humour sempre arguto e la sua ineguagliabile capacità comunicativa – spiega il maestro Claudio Scimone – Sir Galway è ormai leggenda, con più di 30 milioni di dischi venduti, milioni di ascoltatori sparsi in ogni parte del mondo e tournée annuali in Europa, Asia e America. Centinaia di riconoscimenti ufficiali (i più apprezzati da lui sono le tre onorificenze conferitegli dalla Regina d’Inghilterra) e di premi musicali (infiniti premi del Disco e alla carriera lo hanno accompagnato ovunque) costituiscono solo una parte di un mosaico che lo vede caposcuola di una nuova concezione della tecnica e della sonorità del flauto, i cui allievi occupano gran parte dei ruoli principali delle grandi orchestre mondiali. Sir James Galway è tra l’altro sostenitore di moltissime organizzazioni benefiche in molti Paesi”.

Con “I Solisti Veneti” e in particolare con il Maestro Claudio Scimone, Scimone e GalwayGalway ha un’intesa più che trentennale, iniziata con una registrazione per la televisione olandese, partecipando poi a tournées in Europa e negli USA, con frequenti esibizioni in Italia; con “I Solisti Veneti” ha anche svolto un‘ importante attività nel campo delle incisioni, registrando l’ “integrale” dei Concerti per flauto di Mercadante, 6 Concerti di Vivaldi, e una raccolta di compositori del ‘700 italiano (fra cui Pergolesi, Tartini, Giannella e altri) nonché realizzando un Dvd con “L’Opera Decima di Antonio Vivaldi nel Palazzo Ducale di Venezia” (distribuito in commercio dalla Hardy Productions).

Sir James ha suonato, tra gli altri, per la Regina Elisabetta II, per Papa Giovanni Paolo II, per l’ex presidente degli Stati uniti Bill Clinton; ha condiviso il palcoscenico con Stevie Wonder ed Elton John, esibendosi con Roger Waters in un memorabile concerto davanti al muro di Berlino.

 

DOMENICO CIMAROSA

Domenico Cimarosa, nato ad Aversa, di scuola napoletana, fu uno dei più famosi operisti italiani del Settecento, coronato da un unicum della Storia dell‘Opera: la sua opera buffa “Il Matrimonio Segreto”. Eseguita nel Burgtheater di Vienna nel 1792 conseguì un tale trionfo che l’imperatore Leopoldo II chiese il “bis” dell‘intera opera addirittura nella stessa serata, dopo aver invitato a cena compositore e interpreti. La Sinfonia Concertante, opera affascinante e ricca di colori luminosi, è forse la più straordinaria delle sue composizioni strumentali.

SAVERIO MERCADANTE

Saverio Mercadante, pugliese di Altamura, anch’egli operista di scuola napoletana, ha prodotto un numero di composizioni strumentali piuttosto raro per i compositori della sua epoca. Il Concerto in mi min. per flauto – punto di riferimento per i grandi flautisti – vibra per il suo brillantissimo virtuosismo e per la sua vena melodica, ricca di lirismo.

Ingresso: i biglietti saranno disponibili a Padova presso Gabbia (Via Dante, 8 – tel. 049 8751166), Ente “I Solisti Veneti” (Piazzale Pontecorvo 4/a – tel. 049 666128, e-mail: info@solistiveneti.it ) e, limitatamente ai posti disponibili, al botteghino prima del concerto.

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
the letterario edith wharton l'eta dell'innocenza

THÈ LETTERARIO: «L’ETÀ DELL’INNOCENZA», LIBRERIA DELLE DONNE

Martedì 7 novembre 2017 dalle 17.00 alle 18.00 si terrà presso la Libreria delle donne di Padova un incontro letterario dedicato all’analisi del romanzo “L’età dell’innocenza” di Edith Wharton.

L’Associazione Virginia Woolf organizza un ciclo di incontri sui grandi romanzi della letteratura delle donne. Il terzo incontro del nuovo Thé letterario sarà su “L’età dell’innocenza” di Edith Wharton; introduzione a cura di Laura Capuzzo.

L’incontro, della durata di un’ora, sarà dedicato all’analisi del romanzo, sia dal punto di vista della storia raccontata che del modo in cui è stata scritta. Si analizzeranno lo stile, la struttura, i personaggi esaminando la scrittura dell’autrice in ogni suo aspetto. L’incontro, del costo di 5 euro e riservato ai soci Virginia Woolf (la cui tessera per il 2017 costa 5,00 euro), si terrà martedì 7 novembre dalle 17.00 alle 18.00 presso la Libreria delle donne (via San Gregorio Barbarigo 91 – Padova).

Il romanzo

Uscito nel 1920, “L’età dell’innocenza” vale alla sua autrice, Edith Wharton, il premio Pulitzer: sarà la prima donna a vederselo assegnare. Il libro è una critica spietata alla convenzionalità dell’alta società newyorchese: una vera aristocrazia immobiliare in cui le famiglie sono le stesse da generazioni, le donne un ornamento e gli uomini non fanno nulla neppure quando fingono di andare in ufficio. I ricchi personaggi del romanzo vivono tutti nello stesso quadrilatero di strade, e d’estate si spostano tutti quanti a Newport. Sono sempre insieme, sono privilegiati e severi al contempo, e non concepiscono l’esistenza di un mondo fuori dal loro. Il mondo, ovviamente, progredisce, cambia e rischia di lasciarli indietro. Ai cancelli della vecchia New York premono l’aristocrazia imprenditoriale e bancaria – i Morgan, i Lehman, i Guggenheim –, gli operai migrati dall’Europa e soprattutto stili di vita dinamici e aggressivi. Il protagonista del romanzo, Newland Archer, è un giovane raffinato che nella prima parte vediamo emanciparsi lentamente dai valori della vecchia New York ma che poi si trova costretto a sposare una donna che non ama assolutamente.

L’età dell’innocenza” è un romanzo avvincente e sofisticato che sa trasportarci nel luogo dell’origine della bugia romantica, là dove il nostro io si affanna a mantenere il rispetto di sé con fantasie consolatorie.

L’autrice

Edith Wharton è stata una scrittrice statunitense brillante e ironica, che si è opposta spesso alle convenzioni sociali del suo tempo. Nata a New York nel 1862 in una famiglia molto ricca, sposò a 23 anni il banchiere Edward Wharton. Dopo la separazione dal marito si trasferì in Francia, dove strinse amicizia con i maggiori scrittori e intellettuali del tempo, come Henry James, Sinclair Lewis, Jean Cocteau e André Gide. Nel 1902 pubblicò il suo primo romanzo “The Valley of Decision”, cui seguirono nel 1905 “La casa della gioia”, nel 1911 “Ethan Frome” e nel 1920 “L’età dell’innocenza”, le sue grandi opere. Morì in Francia nel 1937.

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Novembre PataVino 2017 Padova

NOVEMBRE PATAVINO, 3 NOVEMBRE – 7 DICEMBRE 2017

Musica, letteratura, enogastronomia e molto altro ancora nell’edizione 2017 di «Novembre PataVino»: numerosi eventi, tutti accompagnati dal vino d’eccellenza del territorio, si succederanno dal 3 novembre al 7 dicembre 2017 a Padova.

L’edizione 2017 della Rassegna Novembre PataVino sarà un lungo viaggio tra musica, danza, teatro, letteratura, arte, fotografia, sport, enogastronomia con incontri, spettacoli, mostre, degustazioni e serate gourmet che avranno come denominatore comune il vino di eccellenza del nostro territorio in tutte le sue declinazioni, grazie al coinvolgimento di oltre 40 cantine dei Colli Euganei selezionate tra le aziende vitivinicole di maggior prestigio.

In programma oltre 60 appuntamenti che ospiteranno alcune grandi personalità artistiche e al tempo stesso offriranno un palcoscenico alle numerose produzioni culturali padovane, offrendo una vetrina alle numerose eccellenze padovane e dando ai cittadini e ai turisti la possibilità di frequentare i luoghi più caratteristici della città con momenti di incontro e convivialità.

Rassegna a cura di Veneto Suoni e Sapori e promossa da Comune di Padova Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Attività Produttive e Commercio.
Numerosi i partner di questa manifestazione a cominciare dagli sponsor Autoserenissima Jaguar-Land Rover, PadovaFiere, Fineco Bank a cui si affiancano importanti partner istituzionali (Appe, Ascom, Coldiretti, Consorzio Vini dei Colli Euganei, Pasticceria Giotto) oltre a una fitta rete di negozi, esercizi pubblici, ristoranti e realtà del mondo associativo e culturale padovano.

Novembre PataVino prende il via ufficialmente il 3 novembre presso Pour Moi Bottega Ottica, in via Manin a Padova, con un omaggio al celebre writer padovano Kenny Random, a cui è dedicata la mostra fotografica di Simone Allegro che in una serie di scatti ha immortalato la cantante Cli Beltrame e un bambino mentre giocano con le opere di Kenny Random. L’inaugurazione sarà accompagnata da un concerto live di Cli Beltrame (già protagonista del talent show di Rai2 The Voice of Italy) e da una degustazione di vini.
Il programma proseguirà poi
fino al 7 dicembre con cadenza quasi giornaliera proponendo oltre 60 appuntamenti dislocati tra il centro storico, i quartieri e il territorio provinciale.

Una segnalazione particolare meritano prima di tutto i due EVENTI SPECIALI del Festival, due prime assolute tra parole e musica che vedranno protagonisti alcuni nomi importanti del panorama italiano e internazionale.

Domenica 26 novembre, ore 18.00
S
ala dei Giganti del Liviano
Omaggio a Maria Callas in occasione dei 40 anni dalla morte
DEA, DIVA, DIVINA… MARIA CALLAS, NON SOLO UNA VOCE
Con:
Andrea Pennacchi e Stefania Miotto
Davide Squarcina, pianoforte

Giovedì 7 dicembre, ore 21.30
Auditorium Pollini
Concerto di chiusura
con il Paolo Fresu Devil Quartet
(Paolo Fresu
tromba, flicorno, effetti; Bebo Ferra – chitarra; Paolino Dalla Porta – contrabbasso; Stefano Bagnoli – batteria)
Evento speciale tra jazz, rock e world music in cui si potranno ascoltare in anteprima alcuni frammenti del nuovo album di prossima uscita,
Carpe Diem.

– Da segnalare anche la speciale Tavola Rotonda dedicata alla candidatura di Padova Urbs Picta nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO (Sala del Romanino Musei Civici, 6 dicembre). Otto autorevoli relatori si confronteranno in una speciale tavola rotonda aperta al pubblico.

A questi due appuntamenti si aggiungono numerosi eventi che porteranno in città alcuni tra i più celebri nomi della letteratura, della musica e dello spettacolo grazie anche alle sinergie attivate con alcune importanti programmazioni curate da associazioni del territorio. Grande spazio sarà dato anche agli incontri dedicati agli studenti su varie tematiche di attualità (in collaborazione con Progetto Giovani) e agli eventi di carattere sociale con particolare attenzione ai bambini e ai giovani grazie alla partnership con Medici con l’Africa CUAMM, Gioco e Benessere in Pediatria dell’Ospedale di Padova, Alice per i DCA e Non Solo Tata.

Novembre PataVino, infine, renderà omaggio anche allo sport padovano promuovendo gli appuntamenti della Superlega di volley maschile, della Finale dei Campionati Italiani di Ginnastica Ritmica e del test match di rugby Italia-Sudafrica.

Ampia copertura della manifestazione sarà garantita sia dai media partner Radio Padova e Easy Network sia dal Fotoclub di Padova che come sempre seguirà tutti gli eventi con i propri fotografi immortalando i momenti salienti.

Fonte: Padova Cultura

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

VENERDI’ 27 OTTOBRE: PRESENTAZIONE DEL LIBRO «LIBERE TUTTE»

Venerdì 27 ottobre 2017 verrà presentato presso la Libreria delle donne il libro «Libere tutte» di Cecilia D’Elia e Giorgia Serughetti.

L’EVENTO:

Venerdì 27 ottobre 2017 alle ore 18.00 si terrà presso la Libreria delle donne (via San Gregorio Barbarigo 91 – Padova) la presentazione del libro «Libere tutte» di Cecilia D’Elia e Giorgia Serughetti. All’evento, introdotto da Ilaria Durigon, sarà presente Giorgia Serughetti.

IL LIBRO:

Il femminismo non è la religione delle donne, non vuole metterle su un piedistallo né considerarle soggetti deboli da tutelare. Femminismo vuol dire libertà, qui ed ora: la necessità e insieme la possibilità unica e rivoluzionaria di cambiare il mondo a partire dai nostri desideri”.

Dalla Polonia agli Stati Uniti di Trump, la libertà di scelta sull’aborto è sotto attacco. In tutto il pianeta la violenza di genere fa le sue vittime, portando le donne di nuovo nelle piazze. Su temi vivi e controversi che riguardano i corpi femminili – la prostituzione, la gestazione per altri, l’uso del velo islamico – si diffonde la tentazione di risposte repressive e punitive. Il femminismo del Novecento ha prodotto un cambiamento irreversibile, ma nel nuovo millennio le lotte delle donne non sono finite. La libertà femminile vive nel mondo, ma si scontra con resistenze e paternalismi di ogni sorta. Come riconoscere, difendere e promuovere l’autodeterminazione in un tempo in cui l’avanzata di forze conservatrici e integraliste mira a controllare la sessualità delle donne e la riproduzione, mentre il mercato cerca di trarne profitto? C’è ancora bisogno di femminismo. Questa parola, che alcuni hanno archiviato troppo presto, ritrova oggi il suo significato di battaglia per la libertà. Per tutte le donne. E per tutti gli uomini che vogliono camminare con loro.

LE AUTRICI:

Giorgia Serughetti, studiosa di processi culturali, è assistente di ricerca presso il Dipartimento di Sociologia dell’Università di Milano-Bicocca e lavora come ricercatrice sociale presso l’Associazione Parsec di Roma ed altri enti no profit. Ha pubblicato Chiedo Asilo: essere rifugiato in Italia” (Università Bocconi Editore, 2012), con Marina Calloni e Stefano Marras; Consumatori di normalità. Giovani e droghe al tempo della crisi” (Iacobelli, 2013), con Claudio Cippitelli, Pierpaolo Inserra e Laura Giacomello; “Uomini che pagano le donne. Dalla strada al web, i clienti nel mercato del sesso contemporaneo” (Ediesse 2013); ed ha scritto numerosi contributi e articoli su fenomeni connessi a migrazioni, asilo, tratta e prostituzione.

Cecilia D’Elia, da tempo impegnata nel governo locale, si occupa di politiche di genere, prevenzione e contrasto della violenza contro le donne. È autrice di “L’aborto e la responsabilità. Le donne, la legge, il contrattacco maschile” (Ediesse 2008) e del libro per ragazzi “Nina e i diritti delle donne” (Sinnos 2011).

Fonte: Libreria delle donne

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail