Archivi categoria: Eventi Culturali

MOSTRA “TAVOLI DI GUERRA E DI PACE 1918″: ULTIMI GIORNI

Ultimi giorni per visitare la mostra “Tavoli di guerra e di pace 1918. Padova capitale al fronte – Da Caporetto a Villa Giusti”.

Fino a domenica 20 gennaio sarà possibile visitare la mostra “Tavoli di guerra e di pace 1918. Padova capitale al fronte – Da Caporetto a Villa Giusti” presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano.

L’esposizione, promossa nell’ambito delle commemorazioni per il Centenario della Prima Guerra Mondiale, ripropone l’ultimo fondamentale anno di guerra e lo fa da dietro le quinte, portando il visitatore dentro le stanze del comando.

Il percorso inizia dalla disfatta di Caporetto, nell’autunno 1917, fino a giungere ai giorni dell’Armistizio di Villa Giusti, nel novembre 1918.

A poche decine di chilometri di distanza, il Piave, il Grappa e l’Altopiano vicentino erano terreno di scontro. A Padova quelle azioni venivano registrate, studiate e dirette. Era da lì che si delineavano le strategie, che partivano gli ordini che decretavano la vita o la morte di migliaia di giovani al fronte.

La scopo della mostra è quello di mettere in luce il ruolo fondamentale che ebbe Padova nel 1918, di grande tavolo delle decisioni in cui i poteri forti si confrontarono per l’interesse nazionale e per decidere le sorti del nostro Paese.

Info e orari:

La mostra è visitabile fino al 20 gennaio, dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Ingresso gratuito.

Per maggiori informazioni: Centro Culturale Altinate San Gaetano

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

INCANTESIMI DEL SUBCONSCIO: LA FLOW ART DI NICOLA MOREA

Sabato 19 gennaio alle ore 18:00 avrà luogo l’inaugurazione della mostra personale delle opere flow di Nicola Morea.

Il 19 gennaio verrà inaugurata l’esposizione di Nicola Morea basata sulla flow art.

La Mostra potrà essere visitata ,poi, dal 19 Gennaio al 2 febbraio 2019 dal martedì al sabato dalle ore 16.30 alle 19.30 al Queenartstudio gallery.

Nicola Morea è un pittore e incisore professionista. Alle spalle ha partecipazioni sia in Italia che all’estero. Inoltre ha svolto concorsi di livello nazionale e internazionali con riconoscimenti significativi.

La sua nuova attuale tecnica è basata su dipinti fluidi (Flow Art). Si tratta di un’esposizione di forme e colori riunita dalla mano dell’artista ma manipolata attraverso forze della natura.

La caratteristica dei dipinti è la loro gravità che consente al dipinto di formarsi quasi da solo. L’autore per centrare questo obiettivo realizza quadri unici con colori acrilici fluidi, resina e inchiostri alcolici.

Le opere sono costituite da molti strati di pittura, ognuno dei quali crea la propria superficie lasciando aperta all’interpretazione da parte dello spettatore. Nicola dipinge per mettere lo spettatore davanti al suo lavoro in un diverso stato di coscienza.

Il suo scopo finale è usare una sorta di lancio di incantesimi per aprire il subconscio. Se le sue forme astratte possono far sentire un po’ a disagio, allora la magia sta facendo il suo lavoro.

La sua arte è astratta e in evoluzione perché il mondo è complicato e potenzialmente senza limiti e questo è ciò che dovrebbe essere l’arte.

L’approccio di Nicola Morea alla sua arte è quindi libero e intuitivo. E’ un processo che implica una stratificazione complessa di colori e trame che creano l’illusione a più livelli e dimensioni. Il risultato finale è quello di raccogliere la bellezza che vede nel mondo che lo circonda e l’interconnessione che porta a tutte le cose.

Fonte

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

“GAUGUIN E GLI IMPRESSIONISTI”: ULTIMO MESE PER VISITARE LA MOSTRA

I Capolavori della Mostra “Gauguin e gli Impressionisti” sono presenti a Palazzo Zabarella fino al 27 gennaio.

La Fondazione Bano, che ha organizzato la Mostra in collaborazione con il Comune di Padova, è fra le quattro sedi mondiali scelte per accogliere la nota Collezione Ordrupgaard, solitamente presente nel Museo di Copenaghen.

Questa esposizione ha permesso agli amanti d’arte italiani di ammirare la raffinata collezione dei coniugi Hansen. Fra le opere è possibile osservare quelle di artisti  come Cézanne, Degas, Gauguin, Manet, Monet, Renoir e Matisse. Tale selezione di dipinti è considerata oggi tra le più notevoli raccolte d’arte impressionista di tutto il panorama europeo.

La Mostra, che è stata inaugurata il 29 settembre 2018, terminerà fra poco meno di tre settimane, il 27 gennaio 2019. È possibile visitarla dal martedì alla domenica, dalle ore 10 alle ore 19 (lunedì giorno di chiusura).

Per Info&Biglietti:

Fondazione Bano Palazzo Zabarella

 

Fonte immagine: Fondazione Bano

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

MOSTRA D’ARTE A GALZIGNANO TERME

Sabato 22 dicembre alle ore 16.30 è avvenuta l’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea.

A partire dalla fine del mese di dicembre ha luogo una mostra inerente all’arte contemporanea.

L’inizio della celebrazione si è tenuto presso la Sala Triangolare del Museo dei Colli di Galzignano Terme, un luogo turistico che offre diversi paesaggi naturali. 

Successivamente, le Dottoresse Sergia Jessi Ferro e Daniela Antonello hanno avviato l’evento rendendo partecipi tutti gli invitati parlando in modo accurato della mostra.

Nel dettaglio, il contenuto che riguarda questa esposizione verrà presentato da 27 artiste del Gruppo donne in collezionismo dal 1994. Essa coinvolgerà tutti gli interessati e appassionati del settore con meravigliose opere d’arte dei nostri giorni.

Infine, il museo sarà aperto al pubblico ogni sabato e domenica dalle ore 9,30 alle 12,30 al mattino e dalle ore 15 alle 18 nel pomeriggio ed avrà la durata di un anno. Il tutto per sensibilizzare il pubblico ad un tipo di arte più vicina ad esso.

INFORMAZIONI UTILI 

Per ulteriori chiarimenti o approfondimenti rivolgersi a

  • Franca Donati Franceschi 0498804061 del Comune di Galzignano

comune di galzignano

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail