Calicanto piazza-delle-erbe-padova

CALICANTO – LIVE IN PIAZZA DELLE ERBE A PADOVA

Calicanto ritorna a suonare nel cuore di Padova

In occasione dei festeggiamenti per gli 800 anni del Palazzo della Ragione (1218-2018) Calicanto ritorna a suonare nel cuore della sua città natale col nuovo concerto “Rosa dei 20”

CALICANTO
Claudia Ferronato: voce
Roberto Tombesi: organetto, mandola, voce
Alessandro Tombesi: arpa, oboe, melodica
Francesco Ganassin: clarinetto
Giancarlo Tombesi: contrabbasso
Alessandro Arcolin: batteria

Giovedì 5 luglio 2018, ore 21.00
Piazza delle Erbe, Padova

La manifestazione fa parte degli appuntamenti di ASPETTANDO IL SALONE DEI SAPORI, un ricco programma di eventi, organizzati dal Comune di Padova, Assessorato al commercio, per gli 800 anni del Palazzo della Ragione.

800 anni di Storia e Sapori per il più antico Centro Commerciale Naturale d’Europa, candidato a patrimonio dell’UNESCO. Un luogo immutato, da secoli il centro pulsante della vita cittadina e simbolo di Padova, luogo della narrazione e dell’esperienza che ospiterà il Salone dei Sapori, la kermesse dove il gusto incontrerà la scienza e lo spettacolo, con un programma ricco di appuntamenti culturali. Info: http://salonesapori.it/

Calicanto

Il gruppo nasce nell’autunno del 1981 con l’attenzione rivolta agli studi etnomusicali sul territorio veneto, a quel tempo estremamente rari. La ricerca sul campo da parte di Roberto Tombesi cui si unisce, nella metà degli anni ottanta, il contributo dei ricercatori Marina Dalla Valle e Guglielmo Pinna e le prime ricostruzioni di strumenti, tra i quali la piva (antica cornamusa veneto-emiliana) da parte di Massimo Fumagalli. Il primo LP esce nel 1983 e si intitola De là dell’acqua.

L’originale proposta concertistica ed i consensi della critica rendono subito Calicanto uno dei gruppi musicali di punta del movimento italiano di folk-revival. Le tournée all’estero: Belgio (1983), Spagna (1984 e 1985), Svizzera e Iugoslavia (1986) e l’uscita d’altri due dischi, le fortunate apparizioni ai grandi festivals europei di Lorient (F), Dranouter (B) del 1987 e Farnham (GB) del 1988, spianano la strada della notorietà in Europa.

Nel luglio del 1989, al ritorno da una serata di prove musicali, muore in un incidente stradale il violinista Riccardo Sandini: un vuoto che non verrà più colmato.
Nel 1997 Calicanto entra a far parte dell’etichetta discografica Compagnia Nuove Indye che produrrà il CD Venexia, accolto con entusiasmo da pubblico e critica, un sondaggio del mensile Folk Bulletin lo indicherà come uno dei cinque migliori CD dell’anno.

Si sviluppa la collaborazione con il cinema (La ragazza sul ponte, Les enfants du siecle…) ed il teatro (Labirintomare, Visioni, I due gemelli veneziani…) e prendono forma nuove produzioni: Trio Adriatica, Il sogno di Dolasilla (con A. Cuni, W. Durand e P. Schutze), Ciuma-Salvi-Tombesi Trio, Ottavio!, Piripicchio e la Contessa (per bambini), Alpen Folk Orchestra, che sottolineano la volontà di esplorare percorsi ed emozioni a 360°.

Nel 2000 riprendono le ricerche tra le comunità venete e italiane di Istria e Dalmazia e per i vent’anni di Calicanto, nasce il progetto Labirintomare che coinvolge oltre 25 artisti dell’Adriatico e porta alla pubblicazione del cd omonimo.

Labirintomare porta Calicanto nel 2002 a vari festival, tra i quali spicca il prestigioso Smithsonian Folklife Festival in Washington D.C. con Silk Road project diretto da Yo Yo Ma.

Nel 2005 un lungo lavoro di ricerca sulle musiche dei Colli Euganei trova compimento con il cd Isole senza mar, che verrà premiato dall’Academie Charles Cros con il Coup de Coeur tra i migliori dischi di world music nel panorama mondiale.

 

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

avatar
500